new releases

New release: Pinkard, «Hegel, il filosofo della ragione dialettica e della storia», traduzione a cura di Stefano Di Bella (Hoepli, 2018)

New release: Pinkard, «Hegel, il filosofo della ragione dialettica e della storia» traduzione a cura di Stefano Di Bella (Hoepli, 2018)

Siamo lieti di annunciare la pubblicazione in italiano, a cura di Stefano Di Bella, del libro di Terry Pinkard, Hegel, il filosofo della ragione dialettica e della storia.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web dell’editore.

Dalla quarta di copertina

Georg Wilhelm Friedrich Hegel (1770-1831) è da sempre raffigurato come uno dei pensatori più astrusi e impenetrabili della filosofia moderna. La rigorosa e documentata biografia di Terry Pinkard corregge questa immeritata fama, offrendo un’accurata ricostruzione della vita, accompagnata da un’intelligente panoramica del suo universo concettuale e delle sue opere. Collocato nel contesto della sua epoca, il ritratto di Hegel che ne emerge è quello di un pensatore ambizioso e geniale, che vive in un periodo di grandi sconvolgimenti, dominato dalla figura di Napoleone. Una parte centrale della narrazione è dedicata alle amicizie e agli incontri con alcune delle più significative personalità del suo tempo, tra cui Hölderlin, Goethe, Humboldt, Fichte, Schelling, Novalis, i fratelli Schlegel, Mendelssohn. A emergere è una figura complessa e quanto mai affascinante della modernità europea, un Hegel cioè che – con le sue penetranti analisi del nuovo mondo nato dalle rivoluzioni politiche, industriali e sociali della sua epoca – si impone ancora alla riflessione filosofica contemporanea come punto di confronto obbligato e imprescindibile

Indice del volume

  1. Gli anni di formazione nel vecchio Württemberg
    1.1 «Wilhelm»
    1.2 Famiglia e prima formazione
  2. Il seminario protestante di Tubinga
    2.1 Vita universitaria: delusioni e attrattive
    2.2 Controversie filosofiche al seminario
    2.3 Ritorno a Stoccarda
  3. Berna, Francoforte e Jena: fallimenti e nuovi inizi
    3.1 Berna: ripensamenti
    3.2 Sosta a Stoccarda: flirt e politica
    3.3 Francoforte: Hölderlin e nuovi orizzonti
    3.4 La scelta di Hegel: di nuovo in contatto con Schelling
    3.5 Jena: la trasformazione di Hegel
    3.6 I «festini letterari» di Jena e la nascita del romanticismo
    3.7 Il declino di Jena e l’entrata in scena di Hegel
  4. Testi e abbozzi da Francoforte e Jena: il cammino di Hegel verso la Fenomenologia
    4.1 Parte prima
    4.2 Fare filosofia a Francoforte: la nuova concezione di Hegel e Hölderlin
    4.3 Fichte e la radicalizzazione del progetto di Kant
    4.4 La rivoluzione filosofica di Hölderlin e il suo influsso su Hegel.
    4.5 Parte seconda Jena: testi e abbozzi
    4.6 1801-1802: Hegel fa i conti con Schelling
    4.7 Fede e sapere: una fuga kantiana da Kant
    4.8 1802-1804: il sistema hegeliano allo stadio embrionale
    4.9 1804-1805: logica e metafisica
    4.10 1805-1806: l’idealismo hegeliano, penultima versione
  5. Hegel trova la propria voce: la Fenomenologia dello spirito
    5.1 Il progetto della Fenomenologia
    5.2 Coscienza e autocoscienza
    5.3 Ragione storia
    5.4 Geist e storia
    5.5 Vita moderna, moralità moderna e «anime belle»
    5.6 Religione e sapere assoluto
  6. Anni di passaggio: da Jena a Bamberga
    6.1 La vita di Hegel è sconvolta
    6.2 Addio a Jena
    6.3 Speranze di altre sistemazioni
    6.4 Giornalista professionista a Bamberga
    6.5 Una linea editoriale filo-napoleonica
    6.6 La ricezione della Fenomenologia
    6.7 Le recensioni anonime: Hegel, uno schellinghiano?
  7. Norimberga, o della rispettabilità
    7.1 La politica del neo-umanesimo
    7.2 Modernizzare l’istruzione a Norimberga
    7.3 Educazione, vita moderna e religione moderna
    7.4 Autorità religiosa e politiche educativa
    7.5 Matrimonio nel patriziato di Norimberga
    7.6 Vita domestica e traversie
    7.7 La pedagogia della libertà: il discorso del 1811
    7.8 La caduta di Napoleone
    7.9 Un filosofo nel mondo post-napoleonico
    7.10 Il rapporto sull’insegnamento post-ginnasiale
    7.11 Vita moderna e vita di scuola
  8. Dalla Fenomenologia al «Sistema»: la Logica di Hegel
    8.1 Norimberga: il cambiamento nel modo di considerare la Fenomenologia
    8.2 Lo sviluppo della Scienza della logica a Norimberga
    8.3 La Scienza della logica
  9. Heidelberg: Hegel viene alla ribalta 
    9.1 Vita familiare e trasferimento a Heidelberg
    9.2 Ludwig Fischer Hegel si unisce alla famiglia
    9.3 I cognati in visita a Heidelberg
    9.4 Le nuove università nell’età della Restaurazione
    9.5 Vita di società e sistemazione
    9.6 Impegno politico
    9.7 Il Württemberg, il costituzionalismo e i ceti
    9.8 Hegel interviene nel dibattito
    9.9 Reazioni al saggio politico
    9.10 L’offerta da Berlino
  10. Berlino: riforme e repressione (1818-1821)
    10.1 La Prussia di Hegel e l’università di Berlino
    10.2 Sistemazione a Berlino
    10.3 Hegel e la reazione in Prussia: 1819-1820
    10.4 La persecuzione dei «demagoghi»: Fries e de Wette
    10.5 A Dresda, brindando alla Rivoluzione
    10.6 Contraccolpi
  11. La Filosofia del diritto: libertà, storia e stato europeo moderno
    11.1 Da Norimberga a Berlino: il recupero dell’«eticità»
    11.2 La Filosofia del diritto
    11.3 La filosofia della storia del mondo
  12. Consolidamento: Berlino, Bruxelles, Vienna (1821-1824)
    12.1 A Berlino: Hegel trova il suo equilibrio
    12.2 La Prefazione al libro di Hinrichs sulla filosofia della religione
    12.3 Ricordi di giovinezza e visioni del futuro: Bruxelles e l’Olanda
    12.4 Vienna e il ceto universale
    12.5 Vienna e la modernità
  13. Affermazione: Berlino e Parigi (1824-1827)
    13.1 Ancora agitazioni
    13.2 Eduard Gans e gli «Annali»
    13.3 Satira, Saphir e difficoltà impreviste
    13.4 Parigi: «la capitale del mondo civile»
    13.5 Ritorno a casa
  14. Pensare a fondo la cultura moderna: natura, religione, arte e l’assoluto
    14.1 La filosofia della natura
    14.2 La filosofia della religione
    14.3 La filosofia dell’arte
  15. A casa: 1827-1831
    15.1 Celebrità e lotte
    15.2 La quiete prima della tempesta
    15.3 Nuovi onori e nuove preoccupazioni
    15.4 Pensieri inquietanti: la «rivoluzione di luglio» e il Reform Bill inglese
    15.5 Gli ultimi giorni
  16. Epilogo

 

Printable Version

Comments

comments